News /

Rari Nantes, bella chiusura per il settore giovanile

Renato Semeraro: “Siamo cresciuti con tutte le formazioni”

“E' stata una annata ricca di soddisfazioni per il nostro settore giovanile e per tutto il movimento regionale: la pallanuoto in Puglia è un movimento vivo e vegeto anche tra le giovani leve”.

A parlare è Renato Semeraro, tarantino, classe 1981, nella duplice veste di responsabile delle giovanili della Rari Nantes e di selezionatore della squadra Under 13 pugliese tornata nei giorni scorsi da Ancona con il Trofeo delle Regioni in valigia.

Partendo proprio da questo risultato storico, Semeraro, tra l'altro facente parte del roster della prima squadra neopromossa in B, parla della stagione pallanotistica pugliese: “Il trofeo non era mai stato vinto dalla Puglia. E' un risultato che premia la bontà del lavoro svolto da alcune società, come la G.P. Modugno, la Mediterraneo Sport Taranto, che da alcuni anni hanno intrapreso una strada lunga, partendo dall'acquagoal, la disciplina preagonistica della pallanuoto nella quale due anni fa la Puglia vinse il titolo nazionale (con lo stesso Semeraro selezionatore, ndc). Dall'anno scorso anche la Rari Nantes ha allargato il suo impegno nelle giovanili, grazie all'accordo di collaborazione con la società che gestisce la piscina di Pulsano, ed i risultati stanno arrivando”.

Nella Puglia Under 13 sono cinque i tarantini in roster: Umberto De Giorgio, Giovanni Donadei, Federico Latanza, Shajim Renna della Mediterraneo Sport, Cosimo Carabotto della Rari Nantes. “Avrebbero potuto essere sette – ricorda Semeraro – perché io e l'altro selezionatore regionale, il modugnese Alberto Altini, non abbiamo potuto portare ad Ancona Carlo Orlando della Mediterraneo,  infortunato, e Luca Scialpi della Rari Nantes, impegnato con gli esami. Comunque la Puglia è stata ben rappresentata e si è imposta vincendo tutte le partite”.

Domenica scorsa l'ultima uscita degli Under 13, il concentramento finale regionale che ha visto la G.P. Modugno vincere sulla Mediterraneo Sport; sesto posto per la Rari Nantes, su un totale di 12 squadre. “Le prime due squadre – racconta Semeraro - hanno confermato la bontà del loro vivaio. Ma anche il nostro piazzamento è più che positivo, perché la squadra l'abbiamo costruita in pochi mesi. Ci siamo difesi in una categoria ricca: due anni fa a questo campionato prendevano parte solo 4 squadre, oggi siamo dodici, un successo per la Fin Puglia”.

Semeraro, che conta nel club rossoblù sulla collaborazione di Antonello Altomare e, naturalmente, del capo coach di prima squadra Sandro Sabato, traccia il bilancio delle giovanili “rarinantine” nei vari campionati regionali: “Abbiamo partecipato al campionato non agonistico Under 11, siamo arrivati sesti nell'Under 13, quarti nell'Under 15, terzi nell'Under 17, secondi nell'Under 20 qualificandoci allo spareggio nazionale. Si tratta di un crescendo di risultati, completato dal primo posto della prima squadra in serie C (dove giocano diversi Under 20 e Under 17), che ci ripaga del lavoro svolto in questi mesi. Se la Fin confermerà il “blocco” delle categorie nel 2014 (si parla dell'istituzione di categorie pari, U12, U14, U16, U18, noonché di passare dall' Under 20 all'Under 21), avremo già squadre pronte per essere competitive e soprattutto con un anno di esperienza in più”. Il futuro della pallanuoto pugliese, insomma, passa anche dalla Rari Nantes.

Pubblicata il 25.06.2013 Torna indietro