News /

BASKET, CUS JONICO A TESTA ALTA A MOLA DI BARI

Difficile giocare e vincere senza lunghi. Ci è quasi riuscita la Casa Euro Basket Taranto che ha sfiorato il colpaccio al Palapinto di Mola. Alla fine, dopo una partita giocata punto a punto, vince la Geofarma, trascinata da Leo (27 punti) capace di sfruttare il miss-match venutosi a creare sotto le plance laddove il Cus Jonico ha dovuto rinunciare dall’inizio a Tabbi, infortunato ed in panchina solo per onor di firma e in corso d’opera all’altro lungo De Paoli uscito per falli negli ultimi e decisivi 5 minuti di gara. Anche l’arbitraggio, tutto settentrionale, ci ha messo del suo. Un peccato perché Sirakov e Potì (24 e 25 punti) avevano saputo fare la differenza unitamente al grosso contributo dei giovani Giancarli, Salerno, ma anche di Bisanti e Conte.
Leale gioco-forza rivede il suo quintetto: Giancarli, Potì, Salerno, Sirakov, De Paoli. Lotesoriere risponde con Leo, Teofilo, Didonna, Chiriatti, Salamina. Potì scalda la mano da tre, Giancarli lo imita per il 6-4 al 2’. Mola non si scompone: Teofilo pareggia subito. Partita che diventa punto a punto ma solo per un attimo quello che serve al Cus Jonico per piazzare un break di 8-2 con Potì e Sirakov protagonisti assoluti. La Geofarma risponde colpo su colpo rispedendo il parziale al mittente con Chiriatti che annulla lo svantaggio (16-17) e offre la possibilità a Di Donna di operare, con due canestri, il sorpasso (20-16). A dare ossigeno a Taranto ci pensa Salerno che con 4 punti consecutivi limiti i danni causati dalla mano infuocata di Teofilo per il 25-21 Mola alla fine del primo quarto che però vede De Paoli gravato già di 3 falli e limitato nel minutaggio.
Taranto esce ancora una volta meglio dai blocchi e in avvio di secondo quarto torna a contatto con De Paoli e una tripla di Sirakov per il -1. Calano le percentuali, aumentano gli errori fino alla tripla del sorpasso di capitan Potì, è il 13’ ma Salamina impatta subito a quota 29. Si va di triple: Casa Euro rimette il naso avanti per un attimo con la tripla dell’under 19 Bisanti poi Salamina e Teofilo per il +5 molese ed ancora Potì per il -2 Cus. Proprio il capitano rossoblu spezza l’incantesimo dall’arco con i due liberi che segnano il nuovo pareggio, 37-37 al 17’. Prima dell’intervallo è De Paoli a tramutare in canestro più libero supplementare un assist di Sirakov per il 42-39 con cui Casa Euro va in vantaggio al riposo.
Il terzo quarto si apre con un’altra “bomba” di Potì “annullata” da Salamina che ci prende gusto e con Teofilo firma l’ennesimo sorpasso della partita, 9-0 di break e 48-45 al 22’. Ma la gara è un elastico. Il Cus si rimette “in tiro” con Potì e Sirakov che pareggiano e contro sorpassano Mola mentre Giancarli e Salerno firmano il massimo vantaggio a +8 al 25’. Mola non ci sta e nonostante Taranto non la smetta di segnare canestri, anche un’altra tripla di Bisanti a referto (55-64, +9), torna in parità con Leo, Teofilo e Didonna a segno prima del canestro di Giancarli per il 65-67 Taranto alla fine del penultimo quarto.
Si riparte da zero, la differenza punti dopo i tiri di Leo e Teofilo per Mola, Conte per Taranto. Sul 69-69 riprende lo stillicidio di emozioni: segna Sirakov, Chiriatti e Leo ribaltano il punteggio prima della tripla di Salerno: 74 pari a 5’ dalla fine quando esce De Paoli al 5° fallo. Didonna prova l’ennesimo allungo dei padroni di casa che vanno +6 con la schiacciata di Teofilo. Il Cus Jonico non si dà per vinto e con Potì-Conte torna in vita, 82-80 a 2’ dalla fine. La Geofarma non la chiude, Casa Euro non la impatta: Salerno segna un solo libero per il -1 nell’ultimo giro di lancette che premia Didonna e Leo autori dei canestri che consegnano la vittoria ai padroni di casa e lasciano l’amaro in bocca agli ospiti ionici.
Che meditano pronta riscossa. Domenica si torna in casa, al PalaMazzola, c’è aria di derby: Casa Euro Taranto-Valle d’Itria Martina.

Giancarli in azione (foto Pullara)

Pubblicata il 18.11.2014 Torna indietro