News /

BASKET, INATTESO KO DEL CUS AD ISERNIA

Torna sulla terra la Casa Euro Basket Taranto che dopo l’euforia del derby deve fare i conti con la realtà della sconfitta, un po’ inattesa, sul parquet de Il Globo Isernia. L’ultima in classifica raccoglie la prima vittoria della stagione sfoderando una prestazione maiuscola al cospetto di un Cus Jonico ancora privo di Tabbi in cui qualche alto e basso di troppo ha limitato la produzione offensiva come dimostra il punteggio, 71-53. Le doppie di cifre di Sirakov, Potì e De Paoli non sono bastate contro il furore agonistico di Bastone, Bracci, Bastone e le triple di Cardinale che hanno deciso il match nel terzo quarto.
Leale recupera Potì ma non Tabbi. Col capitano in campo ci sono dall’inizio: Sirakov, 
De Paoli, Salerno e Giancarli. Cascione risponde con Brighi, Preite, Bracci, Delvecchio e Ricci.
La partenza di Casa Euro è shock: nei primi 5’ arrivano solo due punti di Giancarli e null’altro. Di contro i padroni di casa segnano con Ricci, Delvecchio e Preite per un 14-2 che ha quasi dell’incredibile per le premesse. Ci pensa proprio capitan Potì a suonare la sveglia con una tripla che Sirakov copia e incolla per il contro break di 7-0 che almeno riapre la partita. Il Globo non si scioglie però e con Bastone e Triggiani tiene alto il vantaggio anche dopo i primi punti di Salerno e De Paoli. Addirittura torna in doppia cifra, +11 quando Rianna, entrato dalla panchina, segna la tripla del 25-14 con cui si chiude il quarto.
Ci sono Bisanti e Conte nel quintetto di Leale in avvio di secondo ma è ancora con le polveri bagnate l’attacco cussino che segna, come nel primo quarto, solo un canestro con Giancarli. Bastone per un attimo realizza il +13 dei padroni di casa. De Paoli prova a fare la voce grossa in area pitturata, la sua schiacciata al 15’ riporta a -7 Taranto, 29-22. Ed è sempre il pivot ex Stella Azzurra a dare la carica al Cus Jonico: due triple dopo due canestri di Bracci ed è -5. Per un attimo è anche -4 quando Potì segna dalla lunetta ma il finale di quarto è ancora molisano: segna Rianna, idem Bastone che subisce il fallo e realizza il libero per il 37-29 Isernia all’intervallo.
Al rientro dagli spogliatoi non sembra cambiare il copione della partita. Sirakov e Salerno riavvicinano il Cus Jonico a -6. Ma ancora sul più bello Taranto si inceppa e questa volta Isernia prende il volo con le triple di Cardinale (ben 3) e Brighi; gli altri fanno il resto e Il Globo piazza un break di 16-2 che decide la partita a suo favore. Sul 55-35 il Cus viene rianimato dalla tripla di Sirakov per il -15 a fine quarto, 56-41. 
Ed infatti la rimonta Casa Euro la prova nell’ultimo quarto lanciata dai canestri di Potì, Sirakov e Conte per un parziale di 8-1 che riapre la partita a -8 a 6’ dalla fine. Brighi e Bracci ridanno ossigeno ad Isernia, Sirakov riaccende le speranze cussine con la tripla del -9 a 3’ dal termine. Ma qui svaniscono i sogni di gloria tarantini perché ancora Brighi e Bracci timbrano il cartellino e i padroni di casa chiudono il conto 71-53. Ora giusto riflettere in settimana su cosa è andato storto per cercare pieno riscatto domenica prossima, in casa, contro il Planet Catanzaro ricorrendo all’effetto PalaMazzola.

Foto Eugenio Pullara

Pubblicata il 1.12.2014 Torna indietro