News /

BASKET: CUS JONICO, KO A TESTA ALTA

Davide non ce l’ha fatta, alla fine ha vinto Golia. Casa Euro Basket Taranto non riesce nell’impresa al cospetto della capolista Agropoli che si impone 79-63 per l’undicesima vittoria su altrettante gare. Onore al Cus Jonico che, pur senza Sirakov, e con più di qualche acciacco, ha fatto partita pari con l’imbattibile squadra campana che ha avuto Romano, Birindelli e Marulli i soliti trascinatori. Taranto si consola con la prova di squadra, la doppia cifra di Potì (19), Giancarli (16) e De Paoli (13).
Coach Leale deve rinunciare, come detto a Sirakov, ma recupera De Paoli e Potì che manda in campo in un quintetto “obbligato” con Salerno, Giancarli e Tabbi. Paternoster risponde con Romano, Serino, Molinaro, Iurato, Marulli.
Il primo canestro è di capitan Potì con il Cus Jonico che tiene bene inizialmente una partita a punteggio basso: la tripla di Romano viene “pareggiata” dai due canestri di De Paoli: 6-6 al 5’. Idem al 7’ quando due tiri di Potì pareggiano i punti di Serino, 10-10. Entra Bisanti, preciso in lunetta ma la buona volontà di Taranto non riesce però a frenare Serino che segna nel finale di quarto con Iurato e Spinelli il piccolo allungo campano, 17-12.
In avvio di secondo quarto Agropoli mette due triple con Spinelli e Birindelli e va a +13. De Paoli prova ad alleviare il gap con un canestro più libero aggiuntivo ma nei due possessi successivi Palma, ancora da tre, segna il massimo vantaggio interno, +15. Il canestro di Tabbi è solo un lampo cussino prima della tripla di Romano del +17 che Salerno e Giancarli riducono alle soglie dell’intervallo che vede Taranto sotto 41-27.
Giancarli torna dalla pausa con la mano ancora calda e insieme alla tripla di Potì tengono Casa Euro in partita. Il capitano rossoblu concede il bis da fuori e al 13’ Taranto torna a -11. Come in una sorta di elastico quando Agropoli pigia sull’acceleratore il punteggio lievita, ci pensano Marulli, Molinaro e Romano a riportare i padroni di casa sul +20 anche se il Cus Jonico, come si suol dire, barcolla ma non molla e con i liberi di Salerno e Giancarli e l’immancabile tripla di Potì chiude il terzo quarto ancora in partita, sul 64-51 Agropoli.
Taranto, per l’ennesima volta, e ancora con Potì, tocca il -11 in avvio di ultimo quarto ma sarà purtroppo anche il gap minore raggiunto dal Cus Jonico perché Agropoli decide di vincere e piazza un 9-0 mortifero andando a segno con quasi tutti il quintetto in campo per il +20 che “ammazza” la partita. Onore alla Casa Euro per non farsi travolgere, di Tabbi, Salerno e De Paoli gli ultimi canestri per un onorevole ko per 79-63. Agropoli continua la sua corsa solitaria, Taranto spera di riprenderla domenica prossima, al PalaMazzola, contro Pescara per fare e farsi un bel regalo di Natale.

Foto di Eugenio Pullara

Pubblicata il 17.12.2014 Torna indietro