News /

BASKET IN CARROZZINA: I BOYS TARANTO MANCANO LA RIVINCITA

Non riescono a smuovere la classifica i Boys Taranto targati INAIL, impantanati a 2 punti in classifica con una partita da recuperare. La terza sconfitta consecutiva arriva al termine di un match che doveva avere il sapore della rivincita, considerato che il calendario rimetteva di fronte i rossoblù ai Ragazzi di Panormus a distanza di 8 giorni dalla gara in Sicilia. 
Evidentemente i palermitani, galvanizzati dalla vittoria di ieri sera (doppia trasferta per loro) al Palaforgia di Bari per 51-38 ai danni dell’Hbari 2003, hanno saputo sfruttare il momento positivo che li attraversa, trascinati anche dalla punta di diamante Cincotta (giocatore normodotato), top scorer oggi con ben 38 punti.
Quella che alla vigilia doveva essere la gara del riscatto, in termini di risultato e di gioco, purtroppo si è rilevata una disfatta per i Boys che non hanno saputo sfruttare neanche la maggiore esperienza dal punto di vista individuale.
L’analisi è lapidaria, le scarse percentuali di realizzazione pesano molto in una gara che nella prima frazione è stata equilibrata ma che poi ha messo in evidenza lo scollamento tra nelle due fasi attacco-difesa.
Nulla da eccepire contro la bravura del team palermitano che ha saputo con “mestiere”, nonostante militi in serie B da appena tre anni, gestire il costante vantaggio durante tutta la partita. Non a caso dopo la quinta di campionato si candida con convinzione ai playoff insieme alla Lupiae Lecce Inail, vittoriosa anch’essa a Reggio Calabria contro la Kleos (25-61).
L'arbitraggio è stato di basso livello, ciò non deve creare l'alibi comunque di una sconfitta meritata sul campo. 
"Vi sono a questo punto tutti gli elementi - afferma Stefano Todaro, giocatore -presidente - per riflettere durante la lunga sosta natalizia: occorre per ritornare con “le ruote per terra”, mettersi al lavoro e cercare di esprimere un basket all’altezza dei nomi di cui il Taranto Basket dispone.  Questo è il primo campionato in assoluto per la nuova compagine rossoblù che come già dichiarato sin dall’inizio, considera questa una stagione di transizione per risollevare in futuro le sorti della pallacanestro in carrozzina in terra jonica. Ne approfitto per ringraziare ancora gli amici della Croce Rossa Italiana, sempre al nostro fianco, e per augurare a tutti iun sereno Natale e un felice anno nuovo".

Pubblicata il 22.12.2014 Torna indietro