News /

BASKET IN CARROZZINA, I BOYS TARANTO CADONO IN CASA

Si ferma in casa la risalita in classifica dei Boys Taranto Inail. Non sono bastati i recuperi in extremis di Domenico Latagliata e Leo Donvito per battere l’HBari2003 che evidentemente era venuta a Taranto con intenzioni chiare, sapendo di sfruttare a proprio favore lo sfortunato momento dal punto di vista fisico dei tarantini.
Il tecnico toty Fella non ha potuto rischiare in quintetto Donvito, che prosegue la sua stagione davvero sfortunata caratterizzata da una particolare infezione epidermica che lo attanaglia da inizio campionato. La sua iscrizione a referto resta puramente marginale per l’evoluzione della gara, solo nel finale ha provato nel tentativo inutile di recuperare lo svantaggio.
I I tarantini sono partiti con Todaro in regia, Latagliata e Gallipoli guardie, Eletto ala forte e Sansolino pivot. Dopo il primo quarto di gioco chiuso a -6 (10-16), la squadra ha sostanzialmente tenuto bene, ma le pecche maggiori sono giunte in fase difensiva, dove non si è iusciti ad arginare le incursioni di N’Goran (13 punti finali) e soprattutto Fasano (28), autore di una delle sue migliori prestazioni di questi ultimi anni. A ciò si è aggiunta anche la bassa percentuale di realizzazione dal campo di Todaro (1/10). Stavolta non è bastata, per ottenere la quarta vittoria di fila, la solita prova offensiva di un brillante Sansolino (20 punti), sulla scia della bella prova nell'importante blitz in 6 uomini di domenica scorsa a Catania.
Il primo tempo ha regalato tante emozioni al cospicuo pubblico presente sugli spalti della palestra del “Maria Pia”, il gioco a tratti persino è stato spettacolare con continui capovolgimenti di fronte. Ma il team ospite, nel quale ha debuttato l'ex Resce (in rossoblù fino a dicembre), è stato più concreto, allungando andando al riposo sul confortante +14 (23-37). 
Nella seconda metà della gara gli jonici hanno giocato con maggiore determinazione, recuperando a più riprese il pesante distacco rtoccando il -6 ed in un paio di occasioni. Il parziale favorevole di 27-21 non è stato dunque sufficiente comunque oer mettere la testa avanti. 
Va comunque sottolineata la positiva prova delle seconde linee Gallipoli e Pastore ai quali va dato atto di essere in crescita tecnica esponenziale: hanno  acquisito maggior sicurezza in campo dando un apporto non indifferrente in un momento così critico che la squadra sta ultimamente attraversando.
Da sottolinearre, dall'altra parte, la tenacia e la tenuta atletica dei giocatori allenati da coach Andrea Altieri ai quali va dato il giusto merito di aver tenuto alta la concentrazione sfruttando ogni minimo errore dei Boys e non mollando nelle fasi cruciali della gara, quando i tarantini stavano rosicchiando velocemente con un ottimo pressing a tutto campo fino al –5 a pochi minuti dalla sirena finale.
<<Resta il rammarico per non aver sfruttato alcuni possessi favorevoli per ridurre al minimo le distanze e mettere più pressione ai baresi. L'assenza di Donvito ha avuto il suo peso, mi augura possa risolvere al più presto il suo problema>>, il commento di Fella.
<<In  momenti critici come questo - aggiunge Todaro - non vi è altro rimedio che rimettersi a lavorare sodo in palestra cercando di compensare al meglio il deficit principale, l'assenza quello di pedine di un certo spessore nel reparto lunghi, oltre alla cattiva sorte che a volte si mette di traverso e combina brutti scherzi>>.
Todaro prova a guardare avanti: <<Non è momento di bilanci, bisogna stringere i denti e svolgere al meglio l’importante lavoro iniziato pochi mesi fa. Ricordo a tutti che questa è una società nuova, c’è bisogno di più tempo per cercare di raggiungere un certo livello nel panorama cestistico nazionale, cresciuto molto in questi ultimi anni>>.
Sabato 7 febbraio i Boys affronteranno una delle più difficili trasferte in campionato, contro la Lupiae Lecce Inail che mantiene saldo il primato a punteggio pieno insieme ai Ragazzi di Panormus Palermo.


Nella foto Nicola Sansolino

Pubblicata il 2.02.2015 Torna indietro