News /

BOXE: QUERO-CHILOIRO, ANCORA SECONDO POSTO COME SOCIETA’ PER L’ATTIVITA’ SVOLTA NEL 2014

La Quero-Chiloiro si conferma al vertice della boxe dilettantistica italiana. La società tarantina ha conquistato per il secondo anno consecutivo, relativamente all’attività svolta nel 2014, il secondo posto della graduatoria nazionale di merito su 748 sodalizi in classifica. Il gap dalla prima classificata, ancora una volta la campana Excelsior Boxe Marcianise, è di appena 54 punti: 4859 contro i 4805 della società jonica. Tale differenza risicata ha spinto la Quero-Chiloiro Taranto a presentare formale richiesta alla Federpugilato di visionare la rendicontazione dell’attività della Excelsior, “in quanto - spiega il tecnico Cataldo Quero – sino al 10 marzo la Fpi ci aveva comunicato di essere noi i primi in classifica in base alle graduatorie regionali, ma successivamente il risultato è cambiato per via dell’aggiunta di punti alla società campana per l’attività internazionale. Questo rimane un risultato prestigioso, conquistato con la fatica e con l’obiettivo di far crescere i nostri atleti, nonostante un contesto sportivo disorganizzato a livello politico e lacunoso a livello di impianti nella nostra città di Taranto, il cui nome portiamo alto in tutta l’Italia. Questo secondo posto – evidenzia Quero – è il frutto del lavoro di tutti: tecnici, dirigenti, pugili, amatori ed ogni singolo socio”.
PROTAGONISTI DEL 2011 Il secondo posto per l’attività svolta a livello nazionale del 2014 della Quero-Chiloiro si aggiunge a precedenti risultati simili importanti. L’escalation è partita nel 2011 con il quarto posto e proseguita nel 2012 con il terzo. Nell’anno passato la seconda posizione ufficializzata dalla Federazione pugilistica italiana per l’attività svolta a livello agonistico e giovanile nella stagione 2013.
LA CLASSIFICA DI MERITO Queste le prime cinque società italiane della classifica di merito 2014 con relativa punteggio: Excelsior Boxe (Campania, 4859), Quero-Chiloiro (Puglia, 4805), Boxe Canavesana (Piemonte, 4593), Gruppo Sportivo Fiamme Oro (Gruppi Sportivi, 3160.5), Boxe Fitness Barge (Piemonte, 2457).
PRIMA SOCIETA’ GIOVANILE E PER MATCH DISPUTATI Il secondo posto della Quero-Chiloiro per l’attività svolta nel 2014 racchiude numeri importanti, che attestano le virtù della società jonica espresse a livello di talenti ed organizzazione. Taranto è prima nell’attività giovanile nazionale, con 825 punti. Alle sue spalle, indietro, a 620 punti c’è la Pugilistica Lucchese, che ha chiuso la classifica generale in 17ma posizione. “Preziosa - spiega Cataldo Quero, responsabile federale interregionale del settore giovanile - è tale opera, perché offriamo agli atleti che vanno tra i 5 ed i 13 anni l’occasione ludica, formativa e sociale attraverso una boxe giocata, garantendo l’attitudine al ring, come azione propedeutica all’agonismo. A riguardo, la Coppa Italia giovanile Canguri, conquistata dalla coppia Acquaro-Malecore, ha costituito il risultato più importante”. 
Nella classifica nazionale la Quero-Chiloiro è la prima società anche per numero di incontri disputati: 290. Alle sue spalle c’è il Gruppo Sportivo Fiamme Oro (quarto in generale) con 263 match. Questo è il trend firmato da Taranto nel 2014 a livello agonistico: 163 vittorie, 53 pari, 74 sconfitte. La percentuale vincente è stata del 56.2%. 
La Quero-Chiloiro è stata molto attiva nell’organizzazione delle riunioni, promuovendone 19 nelle province di Taranto, Brindisi e Matera. Una media di 1000 spettatori ad evento, come attestano il 14° Trofeo nazionale Città di Taranto, la 2^ edizione di “Boxe Sotto le Stelle” a Castellaneta Marina, il 1° “Trofeo delle Dune” a Campomarino, il 1° Trofeo “Città di Capurso”, il 2° “Galà Città dei Due Mari”, il 17° Trofeo “Città di Massafra”. 
Virtuosa anche l’attività svolta fuori regione, disputando 50 riunioni in Calabria, Basilicata, Campania, Abruzzo, Lazio, Sicilia, Sardegna, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Marche e Toscana. Tappa internazionale, in Russia, con l’Europeo Junior, che ha visto l’atleta Cristian Morabito raggiungere i quarti di finale. 
I SUCCESSI DEL 2014 Queste le principali affermazioni firmate dalla Quero-Chiloiro in questa stagione, che è stata vincente: 6 ori, 3 argenti ed un bronzo nei Campionati regionali Senior; 1 oro, 1 argento ed 1 bronzo nel Torneo Regionale Esordienti; 2 vittorie nella prima edizione del campionato italiano per la massima categoria dilettantistica Elite “Talent League” con il rossoblù Claudio Squeo, che fa parte del gruppo azzurro di categoria; 1 oro (Francesco Magrì), 1 argento (Christian Morabito) ed 1 bronzo (Angelo Magrì) nel Torneo nazionale Azzurrini; 1 bronzo (Danilo Paracolli) nel Campionato italiano universitario; 1 oro (Claudio Squeo), a Bergamo, nel Torneo nazionale Guanto d’Oro; Terzo posto della coppia Christian Acquaro-Emilio Malecore come categoria “Canguri” (11-12 anni) alla Coppa Italia Giovanile; Michele Lorusso campione italiano categoria “Junior” 60 kg; Antonio Pastore campione italiano “School Boy” 65 kg; Elio D’Alconzo vice-campione italiano “School Boy” 40 kg.; Francesco Magrì campione italiano “Youth” categoria 64 kg; Claudio Squeo bronzo ai campionati Assoluti “Elite” 91 chilogrammi.
A tali risultati si aggiunge l’avvenuta partecipazione di Christian Morabito ai Campionati Europei Junior di ottobre ad Anapa, 47 anni dopo la prima volta della Quero-Chiloiro con il suo pluridecorato maestro benemerito Vincenzo Quero. Il tecnico continua ad essere l’anima della società rossoblù, dopo essere stato campione italiano dei pesi “Leggieri” firmato nel 1975 davanti a 10mila spettatori nella sua Taranto e vicecampione europeo.
 
 

Pubblicata il 2.04.2015 Torna indietro