News /

TENNISTAVOLO: CTT TARANTO, SFUMA IL SOGNO DELLA PROMOZIONE

Lo spettro di Piaccione, il clone malriuscito di Gašić - decisamente fuori forma - e uno Stamenkovski tutto grinta e volontà. Questo, in sintesi, il copione messo in atto dal trio griffato Olio Pantaleo nell'arroventato teatro di Catanzaro, in occasione della sfida dell'anno, quella che avrebbe decretato (a seguito dell'estenuante baruffa in vetta alla classifica) l'avente diritto all'accesso in B1. Un 5-2 finale per i calabresi, legittimato dall'ottimo stato di forma dei medesimi e dall'errato approccio alla gara da parte dei tarantini, quasi mai in palla e 'graziati' solo dall' ottima 'performance' di Stamenkovski, che rende il passivo meno pesante.
Da bollino rosso l'incipit: Gašić cede da subito alla 'bestia nera' Puglisi, lesto ad rifilargli in pochi giri di lancetta un secco 3 a 0. Pari di Stamenkovski, che regola Martino con lo stesso punteggio. I padroni di casa operano il soprasso, giocando l'asso di Olawale, che sistema Piaccione in un batter d'occhio (3-0 in favore del nigeriano). Il Taranto insegue e riottiene il pari grazie al solito Stamenkovski: il macedone suda e lotta ad ogni colpo, scippando a Puglisi la possibilità dell'allungo e spuntandola, al termine di un lungo ed acceso scontro, per 3 a 2. Sforzi balcanici vanificati dapprima da Gašić, superato con un eloquente 3 a 0 da Olawale, poi da Piaccione, in preda a nervosismo (spezza la propria racchetta) e inerzia: il talento dei due Mari consegna il sesto incontro nelle mani di Martino, che un pò a sorpresa si impone per 3 a 1. Boato di gioia e ad Olawale l'onore di chiudere partita e stagione, con un 3 a 1 su un tutt'altro che arrendevole Stamenkovski.
Termina in questo modo la 'regular season' effettiva della Olio Pantaleo, benchè nel prossimo weekend si abbia da apporre l'ultima firma al campionato, mediante gara interna contro Molfetta: una vittoria accenderebbe le speranze di ripescaggio in terza serie.

ALTRI RISULTATI: La Givova Taranto promossa in C2
Serie C2: Ancora un successo per la Gruppo Expert Givova Taranto, che supera tra le mura amiche l'Azzurro Molfetta con il roboante punteggio di 5-0. Una doppietta cadauna per Marossi e Sperti, più l' ulteriore punto realizzato da Buccolieri, consentono alla seconda compagine del C.T.T. di incamerare il secondo risultato utile consecutivo e di agganciare il treno salvezza a quota 10. In virtù delle varie combinazioni in graduatoria, ad una giornata dal termine del torneo, la permanenza in C2 sembra ormai cosa fatta.
Serie D1: Ai nastri di partenza nel Girone B di D1 con l'obiettivo minimo di una salvezza tranquilla e successivamente ritrovatasi a sgomitare con le più accreditate alla vittoria finale, sino a conseguire la promozione diretta nella serie superiore. La Givova Taranto, contro ogni iniziale previsione, regala al C.T.T. di Massimo Occhinegro un successo di prestigio e concretizzando un sogno cullato per sei mesi.
Contro l'Utopia Sport Lecce 1, compagine invischiata nella lotta per non retrocedere, la penultima di campionato è tutto un monologo dei rossoblu, come testimoniato dal 5 a 0 finale: due punti ciascuno firmati da Vipera e Tundo, e il sigillo finale apposto da Pancotto, decretano l'ufficiale passaggio in C2 degli ionici, in virtù dei due punti di distacco sul Pugliavventura Conversano e del vantaggio su questi negli scontri diretti. In panca, anche il gioiello Di Castri, che nel corso della stagione ha fornito il suo prezioso contributo alla causa della squadra.
Al termine della gara, legittimi festeggiamenti e varie manifestazioni di lode nei confronti di Šabo Čekić, il cui lavoro condotto con i ragazzi in questione ha portato i suoi buoni frutti.
Nello stesso girone, partita sospesa tra C.T.T. Taranto e Olimpia Martina sul punteggio di 4-3. La compagine itriana decide di abbandonare anzitempo il tavolo da gioco. Ad apporre le firme per gli ionici, Grassi (2), Carelli e Veo.
Serie D2: Nell'altra sfida incrociata, ma nel torneo di D2, il C.T.T. Taranto torna al successo, battendo per 5-2 l'Olimpia Martina. Di Leone (2), Giannico (2) e Di Tommaso i punti per i rossoblu, che abbandonano il penultimo posto precedentemente occupato in solitudine.

Pubblicata il 14.04.2015 Torna indietro