News /

PALLANUOTO, E' DOMINIO RARI NANTES

Era lo scontro testa-coda tra la prima della classe a punteggio pieno e l'ultima, fanalino di coda con un desolante 'zero' alla voce dei punti fatti. Rari Nantes Taranto contro Lamezia Shark si immaginava potesse essere una partita facile per i padroni di casa ma difficilmente qualcuno avrebbe osato dire alla vigilia, a meno di non essere tacciato di peccare di estrema presunzione, che sarebbe stata assolutamente senza storia, dalla prima all'ultima azione giocata.
Inizia con un piccolo giallo l'incontro, unica vera emozione di giornata: il fischio di inizio del Sig. Pasquale Cascone di Taranto era previsto per le ore 13:00, ma al momento in cui si sarebbe dovuto iniziare a giocare, ancora non si avevano notizie degli ospiti attesi per l'incontro, arrivati in ritardo e giusto in tempo per non incappare in una sconfitta al tavolino che sarebbe stata meno pesante nel punteggio ma sicuramente più dannosa sul profilo economico e disciplinare (con probabile penalizzazione in classifica) per la società calabrese. Sebbene con ritardo, gli ospiti si presentano alla sfida con una formazione ampiamente rimaneggiata per l'occasione, ricca di atleti delle giovanili alle prime esperienze in serie C e con soli due senatori a referto: purtroppo un gruppo così imbottito di giovani non ha potuto reggere l'urto della capolista. Anche tra le fila rarinantine figuravano comunque alcuni nomi 'meno soliti' per la prima squadra in questa stagione: da segnalare l'esordio del terzo portiere rossoblu, Emmanuel Motola (categoria under 17) che si è ben comportato nell'occasione ed il ritorno in acqua con la prima squadra dell'under 15 Raffaele Cazzato, atleta nato e cresciuto nel vivaio del tecnico Semeraro, nonché quello di Antonio Grande, autore di una bella prestazione difensiva.

I parziali dell'incontro (10-1; 9-0; 6-1; 9-2) la dicono lunga su quella che è stata la gara: il pressing della Rari Nantes, ormai decisamente efficace da parecchie gare, è assolutamente insostenibile per i calabresi che non sono mai riusciti a giocare in avanti, perdendo la palla quasi sistematicamente ad ogni passaggio. 
Il già pesante punteggio sarebbe stato ancora peggiore se non fosse stato per qualche azione andata a vuoto per mancanza di concentrazione e cinismo dei padroni di casa dimostratisi in breve tempo sazi in attacco del bottino accumulato e qualche volta disattenti in difesa, nelle 4 reti concesse agli ospiti. 
Quando si decretano punteggi così eclatanti viene sempre da chiedersi se la punizione inflitta agli sconfitti sia eccessiva, se sia frutto di un eccesso di agonismo da parte degli avversari: sul piano etico e sportivo, bisogna considerare però che sarebbe altamente scorretto da parte di una squadra, seppur già notevolmente avanti nel risultato, rinunciare a giocare, agendo in modo irrispettoso degli avversari diretti nell'incontro ed, indirettamente, di tutti gli altri impegnati nella competizione (va ricordato infine, nei conti da fare in relazione ai piazzamenti finali per salvezza e promozione, in caso di parità di punteggio tra due o più squadre, il dato della differenza reti).
Volendo sorvolare sulla cronaca per evitare un'assoluta monotonia, vanno giusto segnalati alcuni dati: i padroni di casa sono andati a segno con tutti i giocatori di movimento e Schinaia, con 6 reti, è stato alla fine top scorer della giornata oltre che dell'incontro; sul fronte difensivo, a parte alcune disattenzioni, la difesa è riuscita a neutralizzare le tre superiorità numeriche subite ed ha sempre giocato un pressing ostinato, rubando numerosi palloni a centrovasca e spegnendo, di fatto sul nascere, le azioni degli avversari.
La vera notizia di questa 8^ giornata (1^ del girone di ritorno) di fatto è il pareggio casalingo del Casamassima che consente alla RN Taranto di portare a 5 i punti di distacco sulla seconda in calssifica; prevedibili invece le vittorie di RN Crotone e Sport Project BA.
Rari Nantes Taranto - Lamezia Shark: 34-4
RN Taranto 1996: Motola, Lampasso 3, D'Addato 1, Conte 4 (1 tiro di rigore), Carucci (cap.) 3, Cantarella 5, Schinaia 6, Cazzato 1, Grande 2, Caricasole 1, Santovito 1, Moccia 5, Oliva 2. Superiorità numeriche: 8/11
Lamezia Shark: Costanzo, Stinà 1, Daneli, Presta N., Piacente, Quattrone, De Napoli, Reale, Calabria, Presta S. 1, Cerra, Palermo, Chiappetta 2. Superiorità numeriche: 0/3
Altri risultati:
RN Crotone - FIMCO: 15-2
Meridiana TA -  Sport Project  BA: 7-15
Dharmha Casamassima - BioSport Conversano: 7-7

Pubblicata il 21.04.2015 Torna indietro