News /

BOXE: "WORLD SERIES OF BOXING", BATTUTO CON ONORE CLAUDIO SQUEO

Claudio Squeo ha debuttato con una sconfitta alla “World Series of Boxing”, ma dalla sua prima tappa mondiale è uscito a testa alta. “In Venezuela ho pagato solo la mia inesperienza a livello internazionale – dice l’atleta pugliese -. Lo staff è soddisfatto della mia prestazione e questo mi da ulteriore carica per migliorare ed affrontare nuove sfide”. 
Nella penultima giornata della fase regolare della World Series of Boxing”, il campionato mondiale di pugilato dilettantistico, la formazione azzurra dell’Italia Thunder è stata battuta all’Estadio Vargas di Maiqueita, in Venezuela, dalla squadra di casa dei Caciques per 3-2. Il ko lascia comunque il gruppo guidato dal tecnico Raffaele Bergamasco al terzo posto della classifica, ultimo valido per accedere ai playoff. Sabato prossimo, 25 aprile, a Bergamo ci sarà la sfida decisiva per il passaggio al turno successivo tra Italia Thunder e gli Astana Arlans Kazakhstan.
SQUEO: “UNA LOTTA NELLA FOSSA DEI 3000” Sconfitta ma certezze nell’anima. Il ventiquattrenne Claudio Squeo, atleta della Quero-Chiloiro Taranto, “Guanto d’oro” del 2014, torna in Italia “più pieno” psicologicamente dopo la sua prima volta alla prestigiosa “World Series od Boxing”. Illuminante è la sua sconfitta: “Era il mio esordio assoluto a livello internazionale perciò l'emozione era palpabile – commenta il pugile di Molfetta -. Sono stato rassicurato dallo staff e dal maestro Bergamasco e questo mi ha dato la carica giusta per salire sul ring al meglio. Il mio avversario era l'idolo di casa e lo stadio era pieno di gente, circa 3000 persone che incitavano la propria squadra in modo assordante, perciò era difficile combattere in un ambiente così”. 
Il suo racconto del match contro il forte Alfonso Jose Flores Millan: “La prima ripresa è stata di studio e il mio avversario ha messo più colpi di me, dalla seconda in poi ho cercato di accorciare la distanza e far sentire al mio avversario colpi potenti, nella terza c'è stato un momento in cui in uno scambio il mio avversario ha rischiato di finire ko – evidenzia Squeo -. Nella quarta e la quinta ci ho messo il cuore, anche perché l'afa e il fatto di non aver mai provato le 5 riprese non mi hanno consentito di andare al meglio. Resta una prova che, nonostante la sconfitta, cementa le mie certezze”.
LA SCONFITTA PER 3-0 MA GAP RISICATO NEI GIUDIZI Squeo è stato battuto nell’incontro riservato ai 91 chilogrammi da Flores Millan con il punteggio di 0-3, frutto dei 147 punti a 138 imposti dal suo avversario attraverso il giudizio dei tre arbitri. Nelle cinque riprese Squeo ha ottenuto tre punteggi vincenti (di 10-9) rispetto a Flores Millan, ma non è bastato per il successo, perché la sua media nelle votazioni dei giudizi (27.6) è stata (leggermente) inferiore a quella ottenuta dalla “stella” venezuelana”: 29.4.
 
 
 

Pubblicata il 21.04.2015 Torna indietro