News /

CALCIO, STOP PER I RAGAZZI SPRINT CRISPIANO

Dopo la vittoria con il Manduria della scorsa settimana i Ragazzi Sprint Crispiano incappano in uno stop imprevisto a Ginosa e vedono complicarsi la strada per i play-off. La squadra del presidente Perrini, in piena emergenza (fuori per infortunio Daniele Solidoro, Clemente, Lucarelli e Simone Sergio) nonostante una partenza convincente va sotto al 37’. Approfittando della momentanea assenza dal campo di Antonio D’Onghia, out dopo uno scontro di testa con Cristella (costatogli quattro punti di sutura), Ginosa colpisce per vie centrali: cross tagliato dalla destra di Latagliata e conclusione al volo di Perrone che piomba in area piccola e trafigge un incolpevole Colucci. I Ragazzi Sprint cercano la reazione e sfiorano il pareggio con Nitti, che sul finire del primo tempo s’invola sulla destra e lascia partire un sinistro a giro dal limite che esce di poco. All’inizio della ripresa però per i gialloblù la situazione si complica: Fragnelli, già ammonito, rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Sull’azione successiva i padroni di casa trovano il raddoppio: Paiano s’invola verso Colucci in sospetto fuorigioco e lo fredda con una conclusione di piatto. Pur se in inferiorità numerica e sotto di due reti Crispiano continua a combattere e sfiora la rete con Vapore e con D’Onghia, ma non può evitare una sconfitta che a questo punto complica la corsa play-off: a cinque giornate dalla conclusione della stagione regolare i punti di distanza dal quinto posto, appannaggio momentaneo dei Delfini Rossoblù, sono ora cinque.
“In questo finale di stagione stiamo pagando le troppe assenze – commenta l’allenatore-giocatore Antonio D’Onghia – e anche questa domenica al Comunale, contro l’Atletico Azzurri Santa Rita (squadra di San Vito dei Normanni, ndr.) tra infortuni e squalifiche saremo in piena emergenza. Vorrà dire che daremo spazio ai tanti giovani della nostra rosa. Il cammino verso i play-off si è complicato ma l’Atletico resta una squadra alla nostra portata: abbiamo il dovere di crederci e dobbiamo riprendere subito a fare punti”.
“Quella con il Ginosa è stata una sconfitta inaspettata – chiosa il presidente Renato Perrini - ma dobbiamo prendere il meglio anche da situazioni come questa: domenica in panchina c’era un ragazzo classe 1998, Locorotondo, un centrocampista centrale dalle grandi prospettive. Il nostro progetto, insomma, continua ad andare avanti e, comunque vada a finire questa stagione d’esordio in Prima Categoria, sono fiero del lavoro e dei risultati della squadra. Stiamo investendo sul futuro e stiamo costruendo delle fondamenta solide per continuare a scrivere la storia del calcio crispianese”.     

Pubblicata il 29.04.2015 Torna indietro