News /

JU JITSU, LA CITTA' DI TARANTO PRONTA PER GLI INTERNAZIONALI

Saranno un centinaio circa i partecipanti della seconda edizione degli Internazionali d'Italia di ju jitsu in programma il 23 e 24 maggio al Tursport di San Vito.
Gli organizzatori dell'AMCF stanno raccogliendo in questi giorni le adesioni provenienti da ogni parte d'Italia e da alcuni Paesi in cui è riconosciuta l'attività dell'Euro Budo International, l'organizzazione europea che propone alcune metodologie di gara di arti marziali e che ha sede in Belgio. I partecipanti saranno suddivisi in base alle categorie di età e di cintura. Il programma prevede la gara internazionale riservata ai Senior, Junior, Giovani e Master, e diverse gare nazionali, riservate a tutte le età.
Dall'estero sono attese rappresentative di tre Paesi: Belgio, Marocco e Romania. Saranno sfidate da squadre di tre regionali: Puglia, Lombardia e Trentino, oltre alle società sportive italiane, in maggioranza pugliesi: Yawara Taranto, Wushu San Vito dei Normanni, Rayon Alliste, Energy Talsano Taranto, New Fitnness Generation Martina Franca, Moving Club Martina Franca, Club Taifu San Vito dei Normanni, Tao Club Fasano, Accademia De Bartolomeo Taranto, Bushido Lama Taranto, Zen Club Manduria, Defender Ju Jitsu Minervino Murge, Ken Jitsu Foggia, Ju Jitsu Manfredonia, Kito Ryu Cerignola.
La gara internazionale assume significato particolare perché rappresenta per Taranto una sorta di prova generale per l'Europeo di ju jitsu del 2016: l'Euro Budo ha già assegnato proprio all'AMCF l'organizzazione della manifestazione continentale a cadenza biennale, in data 27-29 maggio. Tra i partecipanti alla gara internazionale, si troveranno di fronte i finalisti per il bronzo della categoria Senior dell'edizione 2014 dell'Europeo, disputata a Loughborough (Regno Unito), il rumeno Florian Angheluta ed il belga Oliver Doomst, vinta dal primo. Tra i protagonisti dell'edizione 2014 dell'Europeo, anche il tarantino Ruben Cassano, quinto nella categoria Junior, e Vito Camposeo di San Vito dei Normanni, settimo tra i Master.

Pubblicata il 18.05.2015 Torna indietro