News /

"PACINOTTI ON THE BEACH" A LIDO GANDOLI, UN SUCCESSO

Nella bella cornice di Lido Gandoli, grazie alla cortese ospitalità dei proprietari dello stabilimento balneare, si è svolta nei giorni 14, 15, 21 e 22 maggio, la quarta edizione dei giochi su sabbia denominati “Pacinotti on the beach”. L’evento organizzato dall’I.I.S.S. Pacinotti di Taranto ha visto la partecipazione di oltre 200 studenti in rappresentanza dei seguenti istituti superiori della nostra città: Liceo Archita, Liceo Aristosseno, Liceo Battaglini, Liceo Ferraris, I.I.S.S. M.Pia, I.T.C. Pitagora, I.T.I.S. Righi e appunto Pacinotti.
Sono stati proprio gli insegnanti di Scienze Motorie e Sportive di quest’ultimo istituto, i professori Alessano, Bifulco, Guastella, Paladini e Ruggiero, a portare avanti questa bella e singolare iniziativa. Da sottolineare la lungimiranza dei dirigenti scolasticil che hanno creduto nella valenza formativa dell’iniziativa, nonché la disponibilità e l’impegno dei colleghi degli altri istituti che, a titolo assolutamente volontario, hanno fatto sì che le competizioni si svolgessero in un clima di grande serenità, all’insegna del “fair play”. Gli studenti hanno partecipato a competizioni di beach volley, beach tennis e atletica su spiaggia.
Nel torneo di beach volley maschile la formazione del Ferraris, composta da Bartuccio, Conte, De Padova, D’Albis, Zilviano e guidata dalle professoresse Miceli e Paradiso, ha prevalso per 2 a 0 sull’Aristosseno. Ma la compagine femminile dell’Aristosseno, guidata dal prof. D’Elia e composta da Ceci, D’ Addario, Raimondo, Viccari e Stasi, si è presa la rivincita nel torneo femminile contro la formazione proprio del Ferraris, sempre con il punteggio di 2 a 0.
Il torneo di beach tennis maschile ha visto il successo della coppia Fusco-Zanon (quest’ultimo recente vincitore del titolo italiano Under 16) in rappresentanza del Ferraris, che in finale hanno superato per 2 a 0 la coppia Cassano-causarono (Battaglini). Nel torneo femminile è stata la coppia Musolino-Zecca del Battaglini, seguita dal bordo campo dalla prof. L’Imperio, a prevalere sulla coppia Cimaglia-Traversa (Ferraris), ma solo al termine di un entusiasmante tie-break (11-9), dopo che le compagini si erano aggiudicate un set a testa.
Sulla spiaggia invece, sotto la sapiente regia dei professori Paladini e Guastella, si sono svolte entusiasmanti gare di atletica leggera. Nella gara di velocità dei 30 metri, sentimenti contrastanti per il prof. Ruggiero, poiché a prevalere al fotofinish è stato Michele Ruggiero (Ferraris), figlio del docente, che ha preceduto sulla linea del traguardo due suoi allievi, Vitale (2°) e Tortorella (3°) che difendevano appunto i colori del Pacinotti. Tutto finiva in un grande abbraccio. Da non tralasciare il tempo finale: 3”87. Nei 30 metri femminili la finale è stata appannaggio di Debora Novellino, allieva
della prof.ssa Paola Paradiso presso l’Istituto Pitagora, che ha preceduto con il tempo di 3”96 Federica Peluso (Pacinotti) e Alexia Diana (Aristosseno).
Nel salto in lungo maschile il successo è arrideso, per la gioia della prof.ssa Corigliano, ad Alessandro Sabato del M.Pia, che con la misura di 3.70 metri, ha preceduto Davide Cantoro (Ferraris) e Andrea Simeone (Aristosseno). Nella corrispondente gara femminile successo per Federica Semeraro allieva delle prof.sse Antonaci, Marsiglia e D’Aprano, del Liceo Archita: la misura di mt. 2.88 le ha consentito di tenere a distanza Alexia Diana (Aristosseno) e Federica Fiorino (M. Pia).
Infine spettacolare conclusione con la staffetta mista 4x30 metri (2 ragazze e 2 ragazzi) che ha visto il successo della formazione del Ferraris (Alessia Biagiotti - Esther Salfi - Valerio Martino - Manuel Mazzini) che hanno avuto la meglio con il tempo di 15”79 sul Maria Pia e sul Ferraris.
Premiazione con medaglie e foto di rito per gli atleti con i loro insegnanti. Neanche la pioggia e il clima autunnale di questi giorni hanno fermato il grande entusiasmo e la voglia di sport di questi ragazzi. L’appuntamento è per il prossimo anno con l’auspicio che la prossima edizione possa rappresentare un ulteriore passo avanti.

Pubblicata il 28.05.2015 Torna indietro