News /

BOXE: DEBUTTO VINCENTE AL CAMPIONATO “NEO PRO” DI CASTELLANO E BOEZIO

Il battesimo da professionisti è vincente per i pugili tarantini Francesco Castellano e Marco Boezio. Nel primo match del campionato “Neo Pro” gli atleti della Quero-Chiloiro hanno superato i loro pericolosi avversari in quella che è la fase eliminatoria della prima edizione del torneo nazionale “Neo Pro”, anticamera agonistica del campionato italiano professionisti. Dopo quattro sfide, i primi quattro di ogni categoria “Neo Pro” approderanno alla final four, che decreterà il vincitore finale, che successivamente sfiderà il campionato italiano “Pro” della rispettiva categoria di peso.
LA SFIDA DEI NEO PRO NEL 4° MEMORIAL CARELLI I match di Boezio e Castellano ha costituito l’apice dello spettacolo della boxe, promosso dalla Quero-Chiloiro Taranto sabato 13 e domenica 14 all’ippodromo “Paolo VI” nella dodicesima edizione de “L’Altro Sport” valevole come Quarto “Memorial Donato Carelli”. L’evento è stato organizzato grazie alla disponibilità e sinergia nel nome dello sport da parte di Anita e Milva Carelli. Collaborazione di: Federazione pugilistica italiana, Lega Pro Boxe e Uisp Taranto. Sostegno alla manifestazione da parte di: Francesco Carducci, Goffredo Santovito, Ottica Galeone, Giove s.r.l., Autoscuola Di Cuia, Ingegnere Nicola Conte.
Preceduto dall’emozionante momento del peso al mattino, tenutosi all’Appia Palace Hotel di Massafra, nel pomeriggio di ieri si sono tenute le due sfide del campionato “Neo Pro”. Per la categoria “Supermedi”, il 28enne di Mottola Francesco Castellano, 75 kg di peso, ha superato il tagliente avversario (pari al debutto nei “Neo Pro” in precedenza con un verdetto discutibile vista la sua robusta prestazione) Giuseppe Di Maria della Body Power Bagheria. Il siciliano, con un chilo di meno rispetto a Castellano, è stato battuto grazie alla offensiva scelta tecnica del tarantino. “Il mio allievo – commenta il tecnico Cataldo Quero – è stato bravo a portare sul ring le consegne tattiche provate in precedenza. In pratica ha giocato d’anticipo, limitando la forza offensiva dell’avversario e parallelamente sfruttando certe sue lacune difensive. A Castellano, al pari di Boezio, che è stato grintoso e diligente, va il plauso della palestra Quero-Chiloiro per questa partenza positiva da professionisti”. Nei pesi Medi, con 72.5 chilogrammi al pari dell’avversario, Marco Boezio, 24 anni, si è imposto su Antonino Brbagallo della Geraci Boxe Mascalucia Catania. L’atleta tarantino, dopo l’equilibrio delle prima due riprese, è uscito alla distanza superando nettamente il suo avversario.
Il commissario di riunione delle sfide “Neo Pro” è stato il delegato provinciale della Federboxe Nicola Causi. Gli arbitri dei match “Neo Pro”: Michele Contino per la sfida Castellano-Di Maria, Giuseppe De Palma per Boezio-Barbagallo.
IL MEMORIAL CARELLI AD ATTOLINO Col fresco oro al collo del “Torneo Italia”, a distanza di due settimane, il pugile della Quero-Chiloiro esulta per la conquista del “Quarto Memorial Donato Carelli”. La giuria a bordo ring dell’ippodromo “Paolo VI” ha decretato la sua prova la migliore della due giorni dilettantistica che ha visto confluire a Taranto atleti in rappresentanza di 15 società di Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. La ventiduesima vittoria su 30 match in carriera, per il 17enne “Youth” della Quero-Chiloiro, è arrivata nei confronti di Samuele Raciti della Geraci Boxe Mascalucia Catania.
Il successo di Attolino ha contribuito al bilancio vincente della Quero-Chiloiro nella manifestazione “L’Altro Sport”: da professionisti e dilettanti sono arrivate 16 vittorie. Due i pareggi e tre le sconfitte per il club rossoblù.
TUTTI I MATCH DEI DILETTANTI Questo il calendario coi risultati dei match dilettantistici del “Quarto Memorial Donato Carelli”, svoltisi il 13 e 14 giugno all’ippodromo “Paolo VI”, dove si è tenuto anche la pre-kermesse con la Light Boxe ed il Quinto Criterium Regionale: Elite 91 kg Claudio Squeo (Quero-Chiloiro Taranto) ha battuto Ovidiu Enache (Pugilistica Battipagliese) alla prima ripresa per ko dovuto ad intervento medico; Elite  69 kg, il già campione italiano Emanuele Lanzalonga (Quero-Chiloiro Taranto) ha superato Matteo Marchetti (Accademia Panettieri Matera); Elite 60 kg Danilo Paracolli (Quero-Chiloiro Taranto) è stato sconfitto da Giuseppe Senise Avolio Ferrari Boxe Castrovillari); Senior 75 kg Massimo Rosato (Quero-Chiloiro Taranto) ha superato Davide Paradiso (Accademia Panettieri Matera); Senior 64 Mariano Ernestino (Quero-Chiloiro Taranto) ha pareggiato con Vincenzo Maggio (Pugilistica Taranto); Senior 60 kg Marco Cimadomo (Quero-Chiloiro Taranto) ha battuto Pasquale Di Cuonzo (The fighter Barletta); Lorenzo Scialpi (Quero-Chiloiro Taranto) ha battuto Massimo Tarantino (The Fighter Barletta);
Youth/Senior 69 kg Fabio Nistri (Quero-Chiloiro Taranto) ha superato Mattia Matarrese (Phoenix Go Fitness Matera); Youth 69 kg Angelo Magrì (Quero-Chiloiro Taranto) ha vinto la sfida con Martin La Femina (Thunder Boxing Club Pagani); Youth 52 kg Cristian Troia (Quero-Chiloiro Taranto) ha vinto alla terza ripresa per ko dovuto ad intervento medico su Michelangelo Parente (The Fighter Barletta); Junior/Youth 70 kg Giovanni Leccese (Quero-Chiloiro Taranto) si è imposto su Filippo Cesana (Avolio Ferrari Boxe Castrovillari); Elite 69 kg Giuseppe Fico (Quero-Chiloiro Taranto) è stato battuto dal pluricampione italiano e prossimo “Neo Pro” Ignazio Crivello (Little Club Palermo) dopo un match bellissimo; Senior 81 kg Leonardo Lenoci (Quero-Chiloiro Taranto) ha battuto per intervento medico alla 2^ ripresa Francesco Rizzo (Alex Boxe Tricase); Senior 81 kg Davide Ricci (Quero-Chiloiro Taranto) ha superato Stefano Turlizzi (Alex Boxe Tricase); Youth/Senior 69 kg Pasquale D’Andria (Quero-Chiloiro Taranto) ha pareggiato con Marco Favia (Pugilistica Taranto); Youth 81 kg Mario Arenga (Quero-Chiloiro Taranto) è stato battuto da Salvatore De Iaco (Alex Boxe Tricase); Youth 69 kg Cosimo Attolino (Quero-Chiloiro Taranto) ha superato Samuele Raciti (Geraci Boxe Mascalucia Catania; Youth 64 kg Christian Morabito (Quero-Chiloiro Taranto) ha vinto il match con Teodor Lita (Belpasso Boxe Catania); Schoolboy 44,5 kg Elio D’Alconzo (Quero-Chiloiro Taranto) ha battuto Sakar Stefanazzi (Alex Boxe Tricase).

CHI ERA DONATO CARELLI Donato Carelli, scomparso in seguito ad un incidente stradale il 14 maggio 2012, è stata una importantissima figura imprenditoriale e sportiva per il territorio jonico. Prima di brillare con la società di calcio, ai primi anni Settanta, all’inizio della vita della Quero-Chiloiro Taranto sostenne la società pugilistica con la sua passione. Affiancandosi all’allora presidente Savino Lionetti, fu nominato presidente onorario. Erano i tempi in cui l’attuale “anima” del sodalizio rossoblù, il Maestro dello Sport Vincenzo Quero, furoreggiava come atleta, che vinse il titolo italiano nei pesi Leggieri nel 1975, davanti a 10mila tarantini.
 

Pubblicata il 16.06.2015 Torna indietro