News /

BOXE, ALCIDE ATTROTTO SI AGGIUDICA LA 3^ EDIZIONE DEL "MEMORIAL CAMASSA"

È Alcide Attrotto il vincitore del 3° Memorial “Mario Camassa”, premio messo a disposizione nella “Notte dei gladiatori” disputata ieri sera a Leporano, presso piazza Immacolata, organizzata dalla Pugilistica Merico con la collaborazione della famiglia del ragazzo scomparso cui è dedicata la manifestazione.
Il pulsanese ha avuto un osso duro davanti a sé, il bitontino Francesco Robles, sempre “sul pezzo”, tuttavia è riuscito a tenergli testa utilizzando velocità di esecuzione e prontezza di riflessi. Il pari scaturito dal verdetto della giuria gli consente di fermare la striscia negativa di 5 sconfitte collezionate  da dicembre 2014 e gli dà fiducia per il futuro. Bella soddisfazione anche per il bitontino, al rientro dopo una lunga inattività. 
Anche il fratello di Robles, Giovanni, è uscito con un prezioso pari dal suo match, con il portacolori del Taranto Boxe Team Morrone, Cosimo Farilla, che aveva battuto due anni fa. Il match tra due ex medagliati ai campionati italiani giovanili è stato equilibrato e alla fine il verdetto è apparso subito il risultato più giusto.
Molto combattuto anche il match degli élite Simone Carlucci e Giuseppe Senise. Il calabrese ha saputo tener testa al più quotato avversario, ma la giuria ha preferito nel verdetto premiare l'allievo di Salvatore Cupri, dotato di colpi più precisi e più continuo nella sua azione.
Polisportiva Vivere solidale con lo Sport sugli scudi anche nel match che ha visto sul ring... tre donne, le pugilesse Raissa Argentieri, Marica Cirneco e l'arbitro internazionale Maria Rizzardo. La Argentieri ha fatto vedere di avere buoni fondamentali, la Cirneco è stata degna avversaria e l'abbraccio finale delle due contendenti è stato molto eloquente del grande fair play, leit motiv di tutta la serata.
La Pugilistica Merico ha tenuto per ultimi i propri pugili nel lungo cartellone composto da 13 match dilettantistici e due esibizioni di boxeur in erba. Prima di Attrotto è salito il giovane Cristian Patti, superato ai punti dal più attrezzato Angelo Lippo. A fine riunione Antonio Valentini ha avuto la meglio su un pugile di buon valore, il santermano Pietro Caputo, in un match con pochi scambi di rilevante importanza. 
Momenti di commozione alla visione di un filmato dedicato a Mario Camassa con le immagini della sua infanzia e della sua giovinezza spezzata troppo presto, tre anni fa, per un crudele scherzo del destino. Tutta la piazza si è stretta intorno alla famiglia del giovane leporanese. Una piazza particolarmente gremita fin quasi al termine della serata, avvenuto attorno all'una. Molto apprezzata la presenza a bordo ring del sindaco Angelo D'Abramo, di diversi componenti la sua giunta e di alcuni consiglieri comunali, i quali si sono alternati tutti sul ring per premiare i protagonisti della serata.

Pubblicata il 13.07.2015 Torna indietro