News /

BOXE: "MEMORIAL REMO GIANCANE", SARA' L'UNGHERESE SZILAGYI A SFIDARE MERICO

È l'ungherese Miklos Szilagyi l'avversario prescelto per il ritorno sul ring di Luigi Merico, il pugile professionista pulsanese inattivo da agosto 2014.
Il match, sulla distanza delle 6 riprese e al limite dei pesi leggeri (61.235 Kg), tra il 23enne figlio d'arte (il padre Santo è stato professionista per un paio di anni) e il magiaro residente a Nemecsi seguito dal procuratore italiano Lauri sarà, come è noto, il clou della riunione di sabato 25 luglio al Parco Cimino  denominata 1° “Memorial Remo Giancane”, la prima in assoluto organizzata dal Taranto Boxe Team Morrone e che avrà come “contorno” una decina di match dilettantistici.
Miklos Szilagy, 34 anni, ha iniziato il professionismo soltanto lo scorso anno salendo sul ring già 10 volte, riportando un record di 2 vittorie e 8 sconfitte. Due i match disputati in Italia, quello di debutto del 30 maggio 2014 a Calenzano (sconfitto prima del limite da Stefano Napolitano) e il penultimo il 19 aprile scorso a Bagheria (sconfitto prima del limte da Giancarlo Bentivegna). L'ultimo match lo ha sostenuto il 20 giugno in Spagna, a Barcellona, perdendo dall'ex campione spagnolo dei leggeri Karim El Ouazghari. Le due vittorie le ha ottenute nel 2014 e nel 2015 contro due connazionali. 
Luigi Merico si presenta all'appuntamento di sabato con un record da imbattuto (3 vittorie – 0 sconfitte – 1 pari). Il primo dei suoi 4 incontri professionisitici lo ha effettuato il 3 maggio 2013 a Corato (pari in 4 riprese con l'italo-ucraino Oleksandr Samara), sette giorni prima di compire 21 anni, poi soltanto altri tre confronti vittoriosi tutti nella “sua” Pulsano, effettuati grazie ai sacrifici del padre Santo, titolare della palestra che porta il nome di famiglia:  il 25 giugno 2013 contro Janos Toth (ko alla prima ripresa), il 3 agosto dello stesso anno contro Giuseppe Bergantino (ai punti in 6 riprese), il 9 agosto 2014 contro Luca Genovese (ai punti in 6 riprese).
Un po' poco per un giovane pugile che aspira a conquistare il titolo italiano. “In effetti ho disputato ancora pochi incontri. Avrei contabilizzato un match in più nel mio record – puntualizza Luigi – se avessi combattuto a fine dello scorso anno contro Mario Alfano a Roma. Ma per i noti contrasti tra l'organizzatore Davie Buccioni, che era anche il procuratore di entrambi, e il tecnico di Alfano, Carlo Maggi, l'incontro saltò e l'attesa si è prolungata. Per questo non vedo l'ora di tornare sul ring: sabato metterò in campo tutta la mia voglia di combattere”.
Nel frattempo Merico junior è passato sotto la procura di Salvatore Cherchi della famosa Opi 2000 Milano e la speranza è che possa finalmente avere continuità di “presenze” sul ring. Santo Merico spiega il passaggio: “Buccioni sta privilegiando soprattutto i pugili della sua città, Roma, noi non potevamo aspettare all'infinito. Ho parlato con Cherchi e abbiamo trovato subito un'intesa, la sua organizzazione ha svolto celermente le pratiche per il passaggio ed ora mi affido a loro per il lancio definitivo di Luigi”. Lancio che potrebbe passare anche per un altro titolo: “C'è il Mondiale Youth dell'IBF che potrebbe interessarci, per intenderci quello cha ha vinto di recente il barese Francesco Lezzi  tra i superwelter contro il tanzaniano Maokala - ricorda Merico senior -. Occorre qualche altro incontro per arrivare a quota 10, magari proveremo a organizzarlo a Pulsano”.
Luigi nel frattempo si allena con grande intensità. “Voglio farmi trovare pronto. L'entusiasmo? È sempre quello di due anni fa, quando decisi di passare al professionismo. Lo so ora, è più facile per un prima serie (gli attuali Élite, ndr) passare in questo mondo, grazie alla neonata categoria dei NeoPro, io l'ho fatto a soli 21 anni e non me ne pento. A quale categoria di peso punto? Sono un superpiuma naturale, vado sui 59 kg e probabilmente “regalerò” un paio di chili sabato al mio avversario, ma non avrei problemi a fare il leggero e, se capita l'occasione, a scendere tra i piuma”. Si fa insomma qualsiasi sacrificio pur di fare strada in questo difficile mondo. La volontà a Merico junior non fa certamente difetto.
La riunione di sabato, come detto, sarà organizzata dal Taranto Boxing Team Morrone e sarà ad ingresso libero. Il cartellone messo su prevede 10 incontri dilettantistici a partire dalle 20,30. Sul ring saliranno pugili della palestra organizzatrice che ha proprio nel Parco Cimino la sua sede operativa, grazie alla disponibilità del G.S. Polizia Locale Taranto “Remo Giancane”, di alcune palestre del Tarantino (Polisportiva Vivere solidale con lo sport Taranto, Pugilistica Merico Pulsano, Boxe Grottaglie Team Quaranta, Boxe Massafra Team Tocci, Boxe Fiore Taranto, Unicorn Team A. Bello Taranto) e del Barese (Boxe & Fit Bitonto, Boxe Palumbo Andria). Il programma completo sarà reso noto venerdì 24.

Pubblicata il 22.07.2015 Torna indietro