News /

BASKET, IL CUS JONICO PERDE IL DERBY A MARTINA FRANCA

Sorride Martina, mastica amaro Taranto. Il primo derby della stagione vede vincere la Due Esse che fa suo il fattore campo imponendosi al PalaWojtyla e sbloccandosi dopo tre sconfitte consecutive da inizio campionato. Delusa invece Casa Euro che dopo la vittoria di settimana scorsa contro Vasto incappa in una serata storta al tiro e dopo un buon inizio patisce un brutto secondo quarto con soli 8 punti all’attivo. 
Coach Putignano parte con Circosta, Malfatti, Potì, Tinto, Maggio, Russo risponde con Cunico, Dell’Agnello, Bergamin, D’Arrigo e Varrone.
L’ex Potì “regala” il primo dispiacere al Martina con una tripla ma i padroni di casa rispondono presente con Bergamin e Varrone così come Tinto per il 4-5 al 2’. L’equilibrio resta anche dopo i canestri da sotto di Malfatti e D’Arrigo poi Circosta guadagna e segna tre liberi in un colpo solo e segna in sottomano il primo allungo cussino, 6-12 al 5’. Coach Russo ricorre alla panchina e trova in Marra la tripla del nuovo -1 che D’Arrigo trasforma in +1 al 7 con un tapin. Taranto perde per un attimo la bussola in attacco, ancora la panchina martinese con Spera e Marengo ne approfitta ma proprio sulla sirena del primo quarto arriva un’altra tripla di Potì per il 21-21.
Potì da due, Bergamin da tre, gli stessi nomi, a canestri invertiti, a inizio di secondo quarto dove la Due Esse è più reattiva e trova l’allungo prima con Dell’Agnello e Bergamin poi con la tripla di Cunico per il 33-25 che costringe al 15’ coach Putignano al time out. Cus nervoso che continua a forzare in giocate individuali, D’Arrigo segna due triple in fila prima dell’intervallo, a Casa Euro resta solo una tripla di Potì per un totale di soli 8 punti nel quarto a fronte di 22 della Due Esse che conduce alla pausa 43-29.
Putignano alza i centimetri del suo quintetto con Osmatescu, il Cus Jonico ne beneficia in attacco dove Malfatti, Tinto e una tripla con equilibrio precario di Potì dimezzano lo svantaggio, 45-37 al 23’. Nel momento delicato Martina si affida alla mano calda di Cunico che infila due triple che annullano di fatto il sottomano di Maggio e un’altra tripla al fulmicotone di Potì riportando in un amen la Due Esse a +13 al 27’.  Varrone e Spera continuano a fare la voce grossa sotto le plance, Martina vola a +17, la tripla di Maggio è una boccata di ossigeno per i rossoblu che con il canestro di Malfatti restano in partita alle soglie dell’ultimo quarto dove la Due Esse è avanti 61-49.
Circosta prova a suonare la carica con una tripla ma si vede fischiare contro un’infrazione discutibile con tecnico allegato. Martina segna con Spera, Dell’Agnello e D’Arrigo: tanto basta per portarsi su un confortante 69-52 a 5’ dalla fine. La partita di fatto finisce qui, anche perché complice il punteggio e un po’ di nervosismo, come ogni derby che si rispetti, fanno scivolare il match verso l’ultima sirena per il 77-57 a completare la festa bluarancio. Per Casa Euro Taranto il riscatto territoriale è fissato per il girone di ritorno, molto prima però c’è Senigallia, domenica prossima in casa, al PalaMazzola.

Pubblicata il 19.10.2015 Torna indietro