News /

BASKET, IL CUS JONICO CADE DI NUOVO IN TRASFERTA

Non c’è nulla da fare. Anche a Monteroni, nel turno infrasettimanale, Casa Euro Basket Taranto cade per l’ennesima volta in trasferta. Contro l’MD Quarta Caffe (22° turno del campionato di Serie B, girone) finisce 75-54 in una gara che il Cus Jonico aveva cominciato bene nel primo quarto, chiuso addirittura in vantaggio, seppur minimo. Poi il solito black out, nel secondo quarto stavolta, pagato a caro prezzo con il -17 all’intervallo, divenuto -27 nel terzo quarto sotto i colpi di Rodriguez (20 punti), Ingrosso (16) e Mocavero (12). Per Taranto solo Malfatti finisce in doppia cifra (10).
Coach Putignano parte con Circosta, Malfatti, Della Torre, Bastoni e S. Potì in quintetto. Dall’altra parte Ingrosso, A. Poti', Rodriguez, Mocavero, e Manuale.
Parte meglio Monteroni con Rodriguez che segna 5 punti subito per il 7-2 al 3’. A suonare la sveglia per Taranto ci pensa Malfatti, suo il primo canestro cussino (quello del momentaneo 2-2), suo anche il canestro che fa da prologo al pari di Potì: 7-7 al 5’. Casa Euro prende fiducia: due canestri di fila di Circosta realizzano il primo vantaggio “esterno”, subito rispedito al mittente da Paiano e Mocavero per il 13-13 in un finale di quarto che resta sui binari dell’equilibrio: segnano Della Torre, Leucci, Circosta e ancora Leucci. La differenza la fa un libero di S. Potì per il 17-18 con cui si chiude il primo quarto.
Riparte meglio Monteroni anche nel secondo quarto dove Paiano e Rodriguez firmano sorpasso e allungo, 23-19. La tripla di S. Potì tiene il Cus in scia ma il rientro in campo di Mocavero vale il +6 dei padroni di casa al 14’. Due triple di Ingrosso dopo il canestro di Circosta riscrivono a +10 il massimo vantaggio salentino a metà quarto. Ad attenuare il gap rossoblu ci pensano i primi punti di Bastoni ma Taranto non riesce ad arginare al tiro Ingrosso che prima dell’intervallo segna ancora, prima da due, poi dalla lunetta e infine infila la tripla del +17, 43-26 a favore dell’MD Quarta Caffè.
Le possibilità di Casa Euro di rientrare nel match si scontrano con l’inizio del terzo quarto ancora di marca salentina. Rodriguez, Ianuale e A. Potì in 3’ vanno a segno per il +23. Coach Putignano corre ai ripari chiamando il time out che ha il merito di fermare l’emorragia cussina. I canestri di Osmatescu e S. Potì sono però illusori perché Rodriguez riprende immediatamente ad attaccare l’area pitturata e non rossoblu per il +29 di Monteroni che diventa anche +30 in un finale di quarto che viene “alleviato” per Taranto da una manciata di punti di Bastoni ma il 66-39 sa già di sentenza scritta.
I primi punti di Conte aprono “bene” l’ultimo quarto dei rossoblu che non trovano i tiri da tre con Malfatti e S. Potì per rientrare in partita ma riescono a ridurre il gap anche se troppo lentamente per sperare in una pazza rimonta. La giovane guardia tarantina, prodotto del vivaio Virtus, sfrutta bene lo spazio concessogli e segna ancora, con lui anche Malfatti e Della Torre ma è “solo” -20 (70-50) a 4’ dalla fine. Nel tempo restante va a segno anche Tinto dalla lunetta, Monteroni fa il minimo sindacale per evitare rischi: finisce 75-54 per un altro ritorno a casa senza sorriso.
Ora in attesa che domani si completi la 22° giornata, Casa Euro Taranto gode di una piccola sosta: domenica 21 febbraio, diversamente dalle avversarie, non scenderà in campo per l’indisponibilità del PalaMazzola, la partita con Giulianova sarà recuperata sabato 5 marzo. Il prossimo impegno per il Cus Jonico sarà quindi sabato 27 febbraio alle ore 18, sempre al PalaMazzola contro Pescara.

Coach Putignano (foto Eugenio Pullara)

Pubblicata il 18.02.2016 Torna indietro