Progetti / Giocosport /

GIOCO SPORT” 2010/2011     

 

Ancora un anno scolastico di successo per il progetto “Giocosport”, che a Taranto e nel resto della provincia ha raccolto numeri notevoli: oltre 5.600 alunni appartenenti a 300 classi.

Il progetto, rivolto ai bambini della Scuola Primaria e ai loro insegnanti, si basa su proposte di attività ludico-motorie divertenti e differenziate per ciascuna classe, coerenti con gli stadi di sviluppo psico-fisico ed emotivo dei piccoli protagonisti.

Il progetto – giunto alla 5^ edizione –  si realizza grazie all’azione dei consulenti CONI che, in orario curriculare, affiancano l’insegnante titolare dell’attività didattica nella programmazione e nella realizzazione delle stesse attività.

L’iniziativa “targata” CONI è stata sostenuta dal Comitato Provinciale attraverso lo staff tecnico (coordinato dal responsabile, MdS Umberto Barisciano) che negli ultimi mesi ha lavorato anche all’organizzazione della fase finale dei “Giochi della Gioventù” e dell’8^ edizione della “Giornata Nazionale dello Sport”.

Insegnanti, alunni e staff tecnico CONI - dopo la fase relativa all’attività interna alle scuole - sono stati gli attori principali delle feste d’istituto, che si sono svolte tra la fine del mese di maggio e l’inizio di giugno.

Grandissima la partecipazione dei bambini, che hanno gremito le palestre ed i cortili degli istituti, le piazze cittadine ed altri spazi all’aperto.

Parte del leone per il capoluogo jonico che ha ospitato numerose feste attraverso gli istituti “Carrieri”, “S.Egidio”, “Pertini”, “Moro”, “Viola”, “Europa” e “Frascolla. Senza dimenticare Laterza con gli istituti “Diaz” e “Marconi”, Mottola con la “Dante Alighieri”, Massafra con il “Pascoli”, Martina Franca con il “Giovanni XXIII” e Leporano con il “Gemelli”.

Nel dettaglio, gli alunni delle 1^-2^ hanno eseguito un percorso “corri e lancia”; quelli delle 3^-4^-5^ invece un percorso denominato “lancia preciso”.  Per tutti i protagonisti di ogni scuola aderente al “Giocosport” una medaglia “griffata” CONI, come ricordo della giornata di festa.